Arrestato dalla squadra mobile di Messina, per usura ed estorsione, il 39enne pregiudicato, Antonino Costantino. L’uomo pretendeva anche gioielli in pagamento dei prestiti. Quando lo hanno bloccato i poliziotti, l’uomo aveva in tasca alcuni oggetti preziosi che gli erano stati appena consegnati da una delle sue vittime, un commerciante. Secondo gli investigatori, si trattava dell’ultima tranche versata per un prestito di 5.000 euro dei quali lo strozzino esigeva la da restitutuzione entro 30/40 giorni con una somma aggiuntiva di 1.500 euro a titolo di interessi. Benchè avesse già saldato il dovuto, il commerciante veniva ancora taglieggiato da Costantino, con la minaccia di far intervenire altri individui in caso di mancato pagamento.

zom