Incidente all’aliscafo “Cris M.” della Liberty Lines finito sugli scogli di Monte Rosa a Lipari probabilmente per un problema tecnico.

Il natante ara partito da Lipari intorno alle 20,30 diretto a Salina ma non ha fatto mota strada. Subito dopo lo scontro si è attivata subito la guardia costiera che è uscita con motovedette e gommoni. In zona per aiutrare nei soccorsi sono giunte anche diverse imbarcazioni private.

I 41 passeggeri, turisti e isolani, sono stati prelevati dai mezzi di soccorso e privati. La Capitaneria di porto che ha avviato le indagini, ha anche prelevato un medico nel porto di Sottomonastero che è stato trasportato a bordo.

Sono sette le persone rimaste ferite nell’incidente. Un uomo, le cui condizioni sono state ritenute le più gravi, è stato trasportato per primo nel pronto soccorso, un altro con una frattura alla gamba è stato trasferito a Messina mentre restanon osservazione una donna incinta che ha riportato diverse ferite.

Durante il trasferimento dei feriti sulle ambulanze, nel porto di Sottomonastero , un anziano di Lipari che stava assistendo agli interventi è caduto dal marciapiede sbattendo la testa. E’ stato portato anche lui al pronto soccorso. L’aliscafo è ancora sugli scogli di Monte Rosa: non rischia il naufragio ma dovrà finire in cantiere per i danni riportati a poppa.

E’ il terzo incidente ad un Aliscafo ndegli ultimi anni in Sicilia. Simile a quello odierno l’incidente avvenuto a Stromboli che ha causato il parziale affondamento di un liuscafo mentre molto più grave l’incendio a bordo dell’aliscafo Masaccio a Milazzo