Dopo aver accolto i leader di cinque paesi africani all’hotel San Domenico, il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha dato il via al secondo giorno di lavori del Vertice di Taormina del G7, allargato ai leader di Tunisia, Nigeria, Niger, Etiopia e Kenia. Partecipano anche il segretario generale dell’Onu Antonio Guterres, i rappresentanti del Fondo Monetario Internazionale Christine Lagarde, della Banca Mondiale Jim Yong Kim e dell’Ocse Angel Gurria.

Donald Trump – sempre piu’ incalzato dal Russiagate in patria – lascera’ Taormina al termine dei lavori del G7 senza tenere la consueta conferenza stampa. E’ quanto emerge dal programma della giornata del presidente americano diffuso dalla Casa Bianca. Dopo il pranzo di lavoro con gli altri leader, Trump nel pomeriggio si rechera’ subito alla base di Sigonella dove parlera’ alle truppe Usa. Poi l’imbarco sull’Air Force One che lo riportera’ con la first lady Melania a Washington.

Fino all’ultimo momento e’ stato incerto lo svolgimento o meno di una conferenza stampa di Trump,
che ora sembra definitivamente escluso dal programma diffuso dalla Casa Bianca.  Ma gia’ nella giornata di ieri si era capito che le chance erano quasi nulle. Soprattutto dopo le rivelazioni delle ultime ore di Washington Post e New York Times che sembrerebbero aggravare la posizione del genero del presidente, Jared Kushner, nella vicenda del Russiagate. E Trump non vuole chiudere il suo primo lungo viaggio all’estero con un incontro con i giornalisti
che potrebbe metterlo in serio imbarazzo davanti al mondo intero.

Anche la cancelliera Angela Merkel rinuncia alla conferenza stampa finale della delegazione tedesca al G7. La Merkel avrà solo un breve colloquio con i giornalisti tedeschi, non con la stampa internazionale. Come nel caso di Trump, a Taormina si rincorrono ipotesi per spiegare la decisione di cancellare la conferenza stampa: ieri i due leader hanno avuto una discussione, definita “vivace e franca” dalla Merkel, senza replicare frontalmente alle accuse di Trump alle pratiche commerciali tedesche.

Grande attesa per la manifestazione di Giardini Naxos contro il G7. La città si è barricata e praticamente tutti gli esercizi commerciali rimaranno chiusi per la paura di scontri o di episodi di violenza.

Ieri sera, intanto, cena offerta dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella che, insieme alla figlia Laura e al premier Gentiloni, ha accolto i leader mondiali. “Nel rinnovarvi il benvenuto a Taormina, – ha detto Mattarella agli invitati – e in Italia, desidero esprimere il mio apprezzamento l’impegno significativo di questo foro nell’affrontare le prove difficili che abbiamo di fronte a noi, attraverso un’opera di paziente e tenace aggregazione di consenso sui temi più complessi”.