Francesco Vazzana è il nuovo direttore regionale dell’Arpa Sicilia, prende il posto di Francesco Licata di Baucina e rappresenta un’eccellenza nel campo della tutela ambientale con un curriculum importante, improntato alla gestione del territorio.

Vazzana è nato a Reggio Calabria e dopo la laurea in Chimica industriale nell’Ateneo Peloritano ha scelto di risiedere a Messina, acquisendo la cittadinanza messinese sul campo; ha tagliato il traguardo dei 50 anni appena due settimane fa e con questo nuovo incarico si appresta a ricoprire un ruolo fondamentale per la salute dei siciliani.

L’Arpa Sicilia è infatti un organismo terzo ed indipendente che opera effettuando i controlli ambientali basandosi su linee guida di Ispra o del Ministero dell’Ambiente e in applicazione delle normative di recepimento di direttive europee, caratterizzate dal massimo rigore tecnico scientifico possibile.

Già presidente del Parco delle Madonie ha ricevuto diversi incarichi professionali tra i quali i progetti di messa in sicurezza di discariche dismesse nei comuni di Sortino, Barcellona P.G., Brolo, Carlentini, Ficarra, Fiumedinsi, Fondachelli Fantina, Motta Camastra, Novara di Sicilia, Roccalumera, Rodì Milici, Rosolini.

Una nomina che arriva, dunque, a coronamento di una carriera professionale spesa per la salvaguardia dell’ambiente e che è stata salutata come un segnale importante per la Sicilia che si vuole bene dal capogruppo all’Ars di Sicilia Futura on. Beppe Picciolo e dall’Assessore al Territorio ed Ambiente della Regione Siciliana, Maurizio Croce.